Dimitri Grechi Espinoza - "OREB" - Artusi Jazz Festival
16057
page,page-id-16057,page-child,parent-pageid-15903,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-7.5,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.3,vc_responsive
 

Dimitri Grechi Espinoza
“OREB Preghiera Sonora”

29 novembre 2015 ore 17.00
Bertinoro, Museo Interreligioso, in collaborazione con il Comune di Bertinoro.

 

Dimitri Grechi Espinoza – “OREB Preghiera Sonora”

Dimitri Grechi Espinoza – sax

 

INGRESSO LIBERO

 

OREB dimora al confine tra il rito e il concerto. Dimitri Grechi Espinoza per questo progetto unico nel suo genere, farà incontrare due grandi passioni: lo studio della scienza sacra nelle culture tradizionali e la ricerca sul suono portata avanti da anni con l’obbiettivo di riscoprire il respiro profondo dei luoghi sacri di tutto il mondo.

 

Nella penombra del meraviglioso Museo Interreligioso, Dimitri Grechi Espinoza avvolgerà 
l’ascoltatore con le note del suo sax, dal quale 
riuscirà a tirare fuori arcobaleni di armonici 
”liberati” dal sistema temperato. Lo farà
 suonando “tra le note” e “sulle note” sfruttando 
le antiche forme architettoniche (o il riverbero prodotto da un sofisticato apparecchio elettronico) che rispondono ai fraseggi modali con risonanze trasformate dal musicista in contrappunti dal fascino ancestrale.

 

Il duduk armeno di Djivan Gasparyan, la spiritualità free di John Coltrane, le tradizioni nomadi del Sahara e la ripetitività di John Surman sono suggestioni che saltano all’orecchio ascoltando OREB.
 “Il mio più grande desiderio come musicista in quest’epoca è quello di contribuire a riportare la musica alla sua primitiva funzione di dialogo con il Sacro, nel quale superare differenze di credo, distanze culturali e incontrare così se stessi e gli altri nella conoscenza dell’Unità che lega l’intero ordine cosmico.”

 

Il concerto è inserito nel programma “I RITI DEI PADRI – VINI IN ANFORA“.